Tag

, , , , , , , ,

Carola Farci

Carola Farci, 23 anni

Verba volant, scripta manent. L’intervista ansiosa di questa settimana riguarda l’ansia di scrivere. Ce ne parla Carola Farci, sarda, studentessa di lettere e scrittrice esordiente, al momento impegnata in un tirocinio finanziato dall’Unione Europea a Norimberga. Il suo primo romanzo, di prossima pubblicazione, è incentrato (ma pensa te) sull’ansia del futuro.  

Se dico “ansia”, qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Ansia per me è sinonimo di futuro. Il futuro mi fa venire l’asma. L’idea di avere l’asma mi aumenta l’ansia. ANSIA uguale FUTURO uguale ASMA uguale ANSIA. Un circolo terrificante.

Quale e quando è stato il momento della tua vita in cui ti sei sentita più in ansia?

Ogni settimana c’è almeno un momento di ansia per eccellenza, che ovviamente classifico sempre come il momento più ansioso della mia vita e che, altrettanto ovviamente, viene superato la settimana seguente dal successivo momento di ansia per eccellenza.

Ovviamente. L’ultimo caso?

L’ultimo direi che è stato pochi giorni fa, quando la casa editrice per cui sto pubblicando un romanzo mi ha mandato la copertina. A quel punto ho capito che un testo che portava il mio nome e la mia faccia in copertina sarebbe stato letto a giro. Ansia.

La copertina del libro di Carola

La copertina del libro di Carola

Quindi è scrivere che ti crea ansia?

Sì, direi che lo scritto è il mezzo veicolare che mi mette più ansia in assoluto. Quando parlo nessun problema, perché posso sempre ribattere e avere l’ultima parola. Non mi crea ansia parlare in pubblico, anche di fronte a tanta gente. Sono piuttosto sicura di me, quindi non ho ansie, diciamo, da prestazione sociale. Ma quando scrivo…ansia!

Ok, allora diciamo che sei in ansia. Cosa fai? Cosa non fai?

Leggo. Ma sono in ansia, non riesco a leggere. Allora saltello in giro per la casa. Ma poi mi stanco. Allora mi lavo i denti. Il lavaggio denti è la mia arma contro l’ansia. Ma il dentista mi ha detto che rischio di rovinare lo smalto. Allora ci penso e mi viene l’ansia di rovinare lo smalto. Allora basta. Mi sdraio e osservo l’orologio. Ciò aumenta l’ansia, ma credo di essere un po’ masochista.

C’è una circostanza ricorrente, una storia uscita sui giornali o personaggio pubblico capace di metterti in ansia?

Tutti i programmi che parlano di crisi economica. Mi paralizzano. Più il film Hook.

Cosa hai imparato dalle tue ansie?

Che ce ne sarà sempre una ancora più intensa.

AnsiaNews è online dall'11 ottobre 2012

AnsiaNews è online dall’11 ottobre 2012

Comunicazione tecnica. Non ce ne siamo dimenticati: oggi, con la bella Intervista Ansiosa a Carola, AnsiaNews festeggia il suo secondo mesiversario. L’ansiosa autrice del blog ringrazia ancora una volta i suoi venticinque (anzi, ventisei, per non dire ventisette) lettori.

Pace e tisane a tutti.

Annunci