Tag

, , , , , , , , , ,

La ricerca di stasera non contiene buone notizie, miei venticinque ansiosi lettori. Secondo l’Associazione europea disturbi da attacchi di panico (Eurodap), ente senza fini di lucro con sede a Roma, il disagio psicologico tra gli italiani è in crescita. Soprattutto tra le donne si registra un preoccupante aumento di stati depressivi e attacchi di panico. E indovinate come si comincia? Proprio soffrendo d’ansia.

«Una donna su tre, tra i 40 e i 50 anni, soffre di stati ansiosi che possono degenerare nel giro di poco tempo in attacchi di panico, depressione e patologie psicofisiche anche gravi», sostiene la presidente di Eurodap Paola Vinciguerra.

Secondo la psicoterapeuta, tra le cause più probabili di questa situazione c’è il perdurare della crisi economica, che starebbe «minando l’energia della donna» con «alterazioni che portano ad abbattimenti delle difese immunitarie favorendo l’instaurarsi di patologie fisiche ed emozionali». I sintomi più comuni, conclude l’esperta, «possono essere insonnia, irritabilità, senso di minaccia, gastriti, coliti, tristezza, paura, per arrivare con il tempo a complicanze più gravi».

Cerchiamo di consolarci con una bella canzone sulla crisi del Paese, un po’ buffa e un po’ seria. E cerchiamo di dire anche Goodbye anxiety, visto che – alla luce di questi dati – il binomio “ansia e crisi” può essere ancora più devastante di quello “crisi e malinconia”.

Caparezza ft. Tony Hadley, Goodbye Malinconia, dall’album “Il sogno eretico” (2011)

Annunci