Tag

, , , ,

La compilation si arricchisce. Dopo Ansia-Ansia del milanese Bassi Maestro, questa sera sentiamo una vera “introvabile”: Ansia (1974) di Il Biglietto per l’inferno, gruppo di progressive rock nato nel 1972 nella zona di Lecco.

E’ una canzone prevalentemente strumentale che all’inizio è molto rilassante. Il testo arriva oltre il terzo minuto, e onestamente appare oscuro: sono i “ciarlatani, mercanti o profeti” a togliere l’affanno? O sono i preti, definiti con l’apposizione di “ciarlatani, mercanti o profeti”? Insomma: l’ansia si cura nel confessionale, con gli amuleti, con il commercio o con le profezie? O con tutte queste cose insieme?

Dopo ripetuti ascolti che hanno lasciato questo dubbio filologico pressoché intatto, decidiamo di goderci la musica. Ma si accettano suggerimenti.

Fonte: Youtube.com

E la mia vita triste e infame passata a uccidere e rubare

Ritorna ogni notte con terrore di non trovare chi mi possa salvare

Annunci