Tag

, , , , , , , , ,

Una nuova categoria arricchisce da oggi la già variegata classificazione teorica dei post di AnsiaNews: la #NotiziaAnsia del Mese. Durante il 2014, per un totale di dodici volte all’anno, l’Ansiosa autrice di questo blog sceglierà la notizia di cronaca, costume, scienza, esteri o perché no, spettacoli, con il più alto potenziale d’ansia per i suoi lettori. In caso di parità si andrà al ballottaggio: la notizia che otterrà il 37 per cento dei voti otterrà il premio di maggioranza e quindi la vittoria, come stabilito dalle nuove regole.

Su il sipario. Si comincia.

L’infografica intitolata «Dormire poco. Gli effetti sulla salute della mancanza di sonno: memoria, obesità, infarto e minore fertilità», pubblicata da Huffington Post Italia il 13 gennaio 2014, è la #NotiziaAnsia del mese. L’articolo è ricco di dati. Un esempio? Dormire meno di sei ore a notte aumenta il rischio d’infarto del 400 per cento. Al di là della lunga lista di guai riportata nel pezzo, a sancire la vittoria del prestigioso riconoscimento è stata l’inquietante infografica, che riportiamo qui sotto per intero, e l’ancor più inquietante fotografia al centro.

Mancanza di sonno

Infografica di Alissa Scheller per Huffington Post

Un retroscena. L’Ansiosa autrice di questo blog, come i suoi venticinque ansiosi lettori ben sanno, aggiorna il medesimo agli orari più strani. In genere in piena notte, come adesso. Primo, perché leggere e scrivere di notte le è sempre piaciuto. Secondo, perché ha un bioritmo nottambulo. Terzo, perché oltre che Ansiosa autrice di questo blog è anche una Giornalista sedicente tale, e quindi abituata a ritardare il picco della sua attività alla tarda giornata (in altre parole, alle 10 del mattino è uno zombi).

Ecco. Immaginate l’effetto dell’infografica qui sopra su una persona del genere. Quale poteva essere? L’invenzione della #NotiziaAnsia del mese, appunto.

 

Annunci