Scrivimi

Fonte: massimocavezzali.blogspot.it

L’indirizzo di posta elettronica del blog è ansianews2@gmail.com.

Se qualcosa su AnsiaNews non vi piace (o vi piace), se l’ansia vi attanaglia, se volete proporvi per le Interviste ansiose, insomma per qualsiasi suggerimento, consiglio, domanda, reclamo, proposta, perplessità o curiosità, contattatemi.

Risposta assicurata.

Annunci

3 risposte a “Scrivimi”

  1. cioccolaura ha detto:

    Ansia genitorial familiare
    Normalmente non soffro di ansia, ma sono attanagliata da quella altrui.
    Confesso di aver “simulato” in passato (e tuttora) di essere ansiosa con i figli, chiedendo di mandare periodicamente segnalazioni di percorso -(un classico il sabato sera, specie col maggiore quando ancora dimorava con noi) del tipo “mandami un messaggino quando arrivi e quando parti, lo sai che mi preoccupo”
    Sapere grossomodo dove sei e quando torni dovrebbe far parte del patto genitori e figli, in entrambe le direzioni, almeno finchè si convive
    Il messaggino regolarmente arrivava verso le due di notte, (sono qui vado lì arriverò)io però avevo previdentemente messo il tel su silenzioso per non essere disturbata nel sonno e lo leggevo al mattino, quando il pargolo già rumorosamente ronfava nel suo lettino.
    La secondogenita, invece, più sgamata o forse perchè femmina, non mi considera proprio. Devo migliorare nel ruolo madre-che-si-preoccupa-del-vostro-bene.
    Cell spento o silenzioso, è più ansiosa lei sicuramente.
    Forse l’ansia si trasmette saltando una generazione? Pur veleggiando gloriosamente verso i 55 anni, devo ancora fare i conti con mia madre,(83) che è convinta che un bravo genitore-sposo debba vivere sulle braci a preoccuparsi inutilmente degli affari altrui per esempio
    Ieri sera : ” sei arrivata? ” sono trent’anni che faccio i turni di notte a 3 Km di distanza da casa con parcheggio riservato, non mi puoi chiedere di chiamarti all’arrivo in servizio!
    Per un’ora di treno: “chiamami quando parti quando arrivi in stazione e.quando arrivi a casa”
    “Ma come tuo marito è andato via in aereo e non ti preoccupi? ”
    no certo, se cade l’aereo lo so dalla radio e qualcuno mi informerà (ovviamente mi auguro che non succeda), ma le telefonate non servono a prevenire incidenti. Anzi, a volte sono così inopportune che li provocano!
    comunque ben ritrovata
    La tua affezionata lettrice Cioccolaura

    Mi piace

  2. Mi piace molto il tuo blog, complimenti 🙂 lo seguirò bene volentieri

    Mi piace

  3. Buongiorno,
    Ti contatto tramite commento perché non ho trovato altro modo per farlo.
    Vorrei farti conoscere Paperblog, http://it.paperblog.com piattaforma partecipativa che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano adatti a figurare tra le pagine del nostro magazine e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...